WRITING

WRITING
A cura di ANDREA CURTI

martedì 19 settembre 2017

TEATRO - All'Eliseo di Roma la prima il 26 settembre: “Finale di partita”, Mauri e Sturno tornano a Beckett.

Glauco Mauri e Roberto Sturno tornano a Beckett, diretti da Andrea Baracco, al Teatro Eliseo di Roma per la prima nazionale del prossimo martedì 26 settembre (fino al 15 ottobre, prezzi da 20 a 40 euro) con “Finale di partita” testo cardine e paradigmatico del Novecento, atto unico di un’ora e venti minuti.

“E’ la tragedia del vivere che diventa farsa o è la farsa del vivere che diventa tragedia? - dice Glauco Mauri - Un ossimoro dove convivono una risata e un arido pianto, una disperazione senza speranza e un insopprimibile sentimento di pietà per l’uomo. Ho sempre considerato Beckett non uno scrittore del teatro dell’assurdo ma un grande poeta della difficoltà del vivere dell’uomo. E’ questo che con Andrea Baracco cerchiamo di far vivere sulle tavole del palcoscenico”.

lunedì 18 settembre 2017

TENNIS - Coppa Davis, mercoledì a Londra sorteggio per l'edizione 2018: Italia testa di serie, speriamo nell'Ungheria...

Mercoledì prossimo a Londra sapremo quale destino riserva ai tennisti azzurri per la Coppa Davis 2018 (turno in programma dal 2 al 4 febbraio 2018). In virtù delle sconfitte negli spareggi dell'Argentina campione in carica e della Repubblica Ceca che precedono l'Italia nel ranking mondiale, gli uomini di Capitan Barazzutti saranno testa di serie, l'ottava ed ultima, buona per evitare squadroni del calibro di Gran Bretagna, Svizzera, Francia, Belgio, Serbia e Croazia. Però l'Italia potrebbe essere abbinata alla Spagna di Nadal e Carreno Busta o agli Stati Uniti d'America di Isner, Sock, Johnson e company, così come potrebbe pescare la debole Ungheria (speriamo) , i canadesi di Raonic del rampante mancino Shapovalov, i tedeschi dei fratelli Zverev, gli olandesi alle prese con un difficile ricambio generazionale (un po' come noi) oppure i kazaki che qualche anno fa ci castigarono in trasferta o i giapponesi in crescita. Ecco, proprio contro il Giappone sarà l'unico match la cui sede sarà stabilita dal sorteggio, in tutti e sette gli altri casi l'Italia giocherà in casa, presumibilmente su terra rossa, per "aiutare" Fognini e Lorenzi ad esprimersi al meglio, sulla loro superficie più congeniale.

sabato 16 settembre 2017

INIZIATIVE - Il progetto "Li.W.E. - Living, Walking, Eating Castelli Romani": "Potenzialità e sviluppo turistico del territorio tra natura, cultura e gastronomia".

"Potenzialità e sviluppo turistico del territorio tra natura, cultura e gastronomia": questo il tema del primo evento pubblico del progetto "Li.W.E. - Living, Walking, Eating Castelli Romani", premiato dalla Regione Lazio nell'ambito dell'avviso pubblico "Borghi del Lazio". Il progetto vede coinvolti i Comuni di Rocca Priora (capofila), Rocca di Papa e Monte Porzio Catone e nasce con l'intento di valorizzare il territorio dei Castelli Romani. L’incontro, che si è tenuto presso il Museo Geofisico di Rocca di Papa, si è aperto con il saluto del sindaco del comune che ospita la sede del Parco regionale dei Castelli Romani, Emanuele Cristini. “Il progetto è il frutto della sinergia di tre comuni – ha ricordato il primo cittadino di Rocca di Papa – Ci siamo uniti e abbiamo fatto squadra per far conoscere ulteriormente le bellezze del nostro territorio”. Presente anche il Consigliere regionale Eugenio Patanè, primo firmatario della Legge regionale n. 2/2017 sul sistema dei Cammini del Lazio: “Tutte le strade portano e partono da Roma – ha sottolineato Patanè – e camminare ha un valore umano e culturale, oltre a rappresentare libertà e pensiero”. All’evento sono intervenuti anche il presidente del Consorzio SBCR Giuseppe De Righi, l'archeologa e presidente Archeoclub Aricino-Nemorense Maria Cristina Vincenti, il consulente marketing turistico e territoriale Valeria Davolo ed il presidente del Parco dei Castelli Romani, Sandro Caracci, oltre al sindaco di Monte Porzio Catone Emanuele Pucci, al vice sindaco di Rocca Priora Federica Lavalle e a rappresentanti di diverse associazioni del territorio e di agenzie di viaggi. Il progetto, al quale hanno aderito con una manifestazione di interesse la Comunità Montana dei Castelli Romani e Monti Prenestini, il Parco dei Castelli Romani, il Consorzio SBCR ed il Tour Operator Ale Viaggi, mira nello specifico a sviluppare azioni e prodotti che, sinergicamente connessi, valorizzino le risorse storico-naturalistiche ed enogastronomiche dei centri storici dei tre borghi, con tratti caratteristici distinti ma tra loro collegati dal percorso “Terre Ospitali”. Un secondo appuntamento è in programma a metà ottobre a Monte Porzio Catone.

venerdì 15 settembre 2017

TENNIS - In novembre l'ufficialità: Roma come Miami e Indian Wells, sarà Mini Slam dal 2019.

La notizia era nell’aria, avrà la sua ufficialità in novembre ma ad anticiparla è stato il presidente Binaghi dalla tv amica di Supertennis: gli Internazionali d’Italia del Foro Italico, come il torneo di Madrid, si apprestano a diventare un mini Grande Slam sulla scia dei masters 1000 americani di Indian Wells e Miami (che si disputano in outdoor in marzo sul cemento). Ciò vuol dire tabellone che da 56 passa a 96 giocatori, montepremi più ricco per entrambi i tornei (maschile e femminile) e durata di due settimane, includendo le qualificazioni, ovvero un torneo nel torneo. Per far ciò e non incorrere in ritardi, si dovrebbe costruire sul Centrale il fatidico tetto, altro ulteriore passo di avvicinamento agli Slam tradizionali. In ogni caso questo cambiamento epocale per il Foro Italico dovrebbe partire dal calendario 2019, come ha ammesso lo stesso Binaghi: “Ho visionato il report dell’ATP per lòa revisione del calendario 2019 e sia Roma che Madrid sono diventati tornei da 10 giorni con 96 giocatori. L’ufficialità – ha proseguito il presidente della Federtennis – si avrà probabilmente durante le Atp Finals del prossimo novembre, e credo sarà un notevole successo per il tennis italiano”. Non c’è dubbio, riconoscimento internazionale importante per Roma ma anche introiti maggiorati da vendite di diritti televisivi e biglietti, un gruzzolo da reinvestire subito in un tennis italiano che sta scontando la grave crisi generazionale del settore femminile e le luci (poche) e le ombre (molte) del settore maschile.

giovedì 14 settembre 2017

INIZIATIVE - Alla Sapienza venerdì 22, convegno dell'A.Ge.I.: “Territori partecipativi: prodromi e pratiche”.

Venerdì 22 settembre 2017, dalle ore 9 alle ore 17, in Aula di Geografia (Facoltà di Lettere e Filosofia – Sapienza Università di Roma – P.le Aldo Moro 5), si svolgerà la IV Giornata di Studio sulle Identità Territoriali,  dal titolo “Territori partecipativi: prodromi e pratiche”.  Il Convegno si inserisce nell’ambito delle iniziative promosse dal Gruppo Nazionale di Ricerca “Identità territoriali” dell’A.Ge.I. (Associazione dei Geografia Italiani), coordinato da Tiziana Banini. L’evento, aperto al pubblico e agli studenti, intende confrontare le esperienze compiute o in corso d’opera in diversi contesti nazionali e internazionali, con l’obiettivo di appurare, oltre ogni retorica, in quale misura e a quali condizioni sia oggi possibile parlare di azione collettiva per i territori dell’abitare.

INIZIATIVE - Domani alle 17.30 al Museo Geofisico di Rocca di Papa: Parte il progetto Li.W.E., Living, Walking, Eating Castelli Romani.

Primo evento pubblico del progetto Li.W.E. - Living, Walking, Eating Castelli Romani", premiato dalla Regione Lazio nell'ambito dell'avviso pubblico "Borghi del Lazio". Il progetto vede coinvolti i Comuni di Rocca Priora (capofila), Rocca di Papa e Monte Porzio Catone, e nasce con l'intento di riqualificare il territorio dei Castelli Romani. Domani, venerdì 15 settembre alle ore 17.30, presso il Museo Geofisico di Rocca di Papa (Via dell'Osservatorio 42), si terrà un primo incontro dal tema "Potenzialità e sviluppo turistico del territorio tra natura, cultura e gastronomia". Interverranno il Sindaco di Rocca di Papa Emanuele Crestini, il Consigliere della Regione Lazio Eugenio Patane', il presidente del Consorzio SBCR Giuseppe De Righi, l'archeologa e presidente Archeoclub Aricino-Nemorense Maria Cristina Vincenti, il consulente marketing turistico e territoriale Valeria Davolo ed il presidente del Parco dei Castelli Romani, Sandro Caracci.

venerdì 8 settembre 2017

INIZIATIVE - Ad Oltremare da metà settembre attivati corsi speciali per bambini: Amico Pony, ecco l'equitazione etologica.

Nella splendida cornice del Delta di Oltremare, a Riccione, arriva da metà settembre una bellissima novità: il corso di avviamento all’equitazione etologica per bambini dai 5 ai 10 anni.
Un corso speciale per riscoprire un modo essenziale nel costruire rapporti tra bimbi e pony basato su rispetto, fiducia, pazienza, sensibilità, umiltà, tempismo e determinazione. Il corso è in programma dal 15 settembre fino al 20 dicembre 2017.
L’abbonamento mensile per ogni bimbo (4 lezioni) è di 55 euro. E’ prevista la spesa aggiuntiva di 10 euro per il primo mese al momento dell’iscrizione per la copertura assicurativa. Per i piccoli abbonati al corso Amico Pony c'è la possibilità di accedere anche al parco per tutta la stagione 2017
I bimbi possono essere accompagnati da genitori, nonni, zii o altri tutori. Per loro è possibile acquistare l’abbonamento Accompagnatore Pony, per poter condividere con i piccoli cavallerizzi tutte le emozioni del corso. Per loro sarà l’occasione per passare anche qualche ora nel parco e potere assistere agli spettacoli! 
Le iscrizioni ai corsi Amico Pony sono partite. Si possono acquistare e ritirare direttamente alle casse del parco tutti i giorni dalle 9 alle 17.
Infoline 0541/4271. Per appuntamento sui corsi: 333.4969261.